Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Asiago

Provincia di Vicenza - Regione del Veneto


Contenuto

News

Logo Comunale Logo Comunale

CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL’AREA “PARCO BRIGATA REGINA” (PISTA DA FONDO, CENTRO TENNIS, PARCO) PER IL PERIODO 20 NOVEMBRE 2017 / 19 NOVEMBRE 2022


Testo del Bando
  • STAZIONE APPALTANTE E CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA:

Centrale Unica di Committenza: Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni – Piazza Stazione 1 – Asiago (VI)

Stazione appaltante: Comune di Asiago

Attività esercitata: Ente Territoriale

Indirizzo: Piazza II Risorgimento n. 6 - 36012 Asiago (VI)

Telefono: 0424 - 460003

Fax: 0424 - 463885

Indirizzo e-mail: asiagoturismo@comune.asiago.vi.it

web:  www.reggenza.com

         www.comune.asiago.vi.it

 

  • CODICI:

CPV: 92610000-0 (Servizi di gestione di impianti sportivi)

 

  • CODICE NUTS E LUOGO DI ESECUZIONE:

Cod. NUTS3 2010: ITH32

Luogo di esecuzione: Parco Millepini Asiago

Coordinate GIS:         45.870285 – 11.504002

 

  • NATURA ED ENTITÀ DELLA CONCESSIONE:

4.1.   natura e descrizione:  concessione del servizio di gestione dell’area “Parco Brigata Regina”, Foglio 1, mapp. nn. 1044, 2043, 2044, 2196, 2224 (pista da fondo con impianti di innevamento artificiale, centro tennis, parco) per il periodo 20 novembre 2017 / 19 novembre 2022;

 

4.2.   importo complessivo del contributo:

2017                                  € 5.000,00        dal 20 Novembre 2017 al 31 dicembre 2017

2018                               € 29.166,67       

2019                               € 25.000,00       

2020                               € 25.000,00       

2021                               € 25.000,00       

2022                               € 20.833,33         dal 1Gennaio 2022 al 19 novembre 2022

Totale complessivo         € 130.000,00      

 

 

4.3   Ai sensi dell’art. 105 comma 2 del D.Lgs. 50/2016 l’eventuale subappalto non potrà superare la quota del 30 per cento dell’importo complessivo del contratto di concessione.

4.4   Si precisa che il costo della manodopera incide per il 75 % della cifra complessiva (ai sensi dell’art. 23, c. 16 del D.Lgs. 50/2016).

 

  • Pista per lo sci nordico Millepini

La pista da sci di fondo del Parco Millepini è pista omologata nazionale ed internazionale (dal 13 gennaio 2013 e con scadenza 30 aprile 2018) ed è inserita nell’elenco provinciale e regionale delle piste dello Sci Nordico con numero di omologazione: 13/001/VE/F, Anello Km. 1.5 – Omologazione n. 13/001/VE/F_1, Anello Km. 2.5 – Omologazione n. 13/001/VE/F_2, Anello Km. 3.300 – Omologazione n. 13/001/VE/F_3, Anello Km. 3.750 – Omologazione n. 13/001/VE/F_4, Anello Km. 5.000 – Omologazione n. 15/075/VE/F.

 

L’aggiudicatario del servizio dovrà:

a)      Delimitare il perimetro della zona adibita alla pista da sci;

b)     Provvedere, in caso di carenza di neve, all’innevamento artificiale tramite cannone sparaneve che sarà fornito dal Comune di Asiago;

c)      provvedere alla battitura a regola d’arte di tutto il percorso con idoneo mezzo (gatto delle nevi);

d)     Provvedere all’apertura di almeno l’anello di 1,5 km nel periodo minimo 5 dicembre – 31 marzo (salvo la prima annualità, per la quale si prevede l’apertura dall’8 dicembre) di ogni anno dalle ore 7.00 alle ore 22.00, salvo condizioni meteorologiche tali da non consentire la produzione della neve o la battitura a regola d’arte della pista;

e)      Provvedere alla messa in sicurezza di tutto il percorso;

f)      provvedere a sistemare apposita ed adeguata segnaletica indicante i percorsi, il senso di marcia e le zone interdette;

g)     Allestire la zona partenza e arrivo con la collocazione di adeguata indicazione e segnaletica;

h)     Mantenere la pista pulita;

i)       Garantire la reperibilità costante, nei periodi e orari di apertura della pista, di una o più persone abilitate all’insegnamento della pratica dello sci nordico;

j)       Garantire la presenza in loco di motoslitta con barella, kit di primo soccorso e defibrillatore;

k)     Garantire la presenza costante, nei periodi e orari di apertura della pista, di una o più persone abilitate a svolgere azioni di primo soccorso;

l)       valutare l’eventuale chiusura della pista per motivi di sicurezza e segnalare adeguatamente che la pista è CHIUSA;

m)   Garantire la presenza di personale abilitato all’uso del defibrillatore;

n)     Effettuare la manutenzione ordinaria di tutti i punti luce presenti nell’area.

  • o)     Pulizia settimanale dei filtri della vasca per l’innevamento.

 

  • Centro Tennis

L’aggiudicatario dovrà gestire l’intera area adibita al gioco del Tennis, compresa l’area adibita alla pista da schettinaggio e la palazzina servizi.

 

L’aggiudicatario del servizio dovrà in particolare:

a)      Provvedere all’allestimento dei campi da gioco del Tennis, effettuando un’adeguata raschiatura e pulizia dopo la stagione invernale;

b)     Sistemazione della terra rossa, con livellatura e battitura attraverso l’apposito rullo;

c)      Sistemazione delle righe dei campi di gioco e tutto ciò che è necessario per il corretto svolgimento della pratica del tennis;

d)     Provvedere all’apertura dei campi: i campi dovranno obbligatoriamente essere fruibili dal pubblico ogni giorno dalle ore 8.00 alle ore 20.00 dei mesi di luglio ed agosto. Nei mesi di giugno e settembre dovrà essere fruibile almeno un campo. In ogni caso negli altri mesi i periodi di apertura saranno concordati con l’Ufficio Turismo;

e)      Provvedere alla manutenzione della rete circostante il centro tennis, del passaggio pedonale che sale dal parcheggio di via verdi e di tutti gli accessi alla struttura;

f)      Provvedere alla pulizia accurata dei campi, della palazzina e di tutte le aree pertinenti al tennis, compresa la pista di schettinaggio tutti i giorni o comunque quando necessario;

g)     Manutenzione dell’area a verde circostante e conseguente abbellimento;

h)     Garantire la reperibilità costante, negli orari di apertura, di una o più persone abilitate all’insegnamento della pratica del Tennis con regolare patentino rilasciato dalla Federazione Italiana Tennis;

i)       Essere dotati del kit di primo soccorso.

j)       Garantire la presenza costante di una o più persone abilitate a svolgere il primo soccorso previsto per legge;

k)     Garantire la presenza di personale abilitato all’uso del defibrillatore.

 

  • Parco

L’aggiudicatario dovrà gestire l’intera area adibita a parco, nello specifico si richiede quanto segue:

a)      Provvedere alla pulizia e sistemazione giornaliera del parco;

b)     Effettuare regolarmente il taglio dell’erba del parco almeno una volta al mese o quando necessario;

c)      Pulire regolarmente gli apparati di scolo dell’acqua piovana presenti in tutta l’area interessata dal bando;

d)     Mettere a disposizione servizi igienici per tutti gli utenti del Parco Millepini;

e)      Manutenzione ordinaria di tutti i punti luce presenti nell’area;

f)      Manutenzione ordinaria del parco giochi comunale;

g)     Manutenzione ordinaria di tutte le recinzioni presenti nel parco;

h)     Collocare un adeguato numero di panchine, cestini per rifiuti, kit per deiezioni canine e adeguata cartellonistica informativa a servizio degli utenti;

 

Inoltre:

 

a)      Il parco dovrà rimanere sempre aperto;

b)     Il parco giochi dovrà essere sempre usufruibile dagli utenti in modo gratuito;

c)      Il parco potrà essere recintato temporaneamente in caso di specifiche iniziative dell’aggiudicatario previa specifica autorizzazione comunale in merito e comunque tale eventuale chiusura dovrà essere adeguatamente pubblicizzata;

d)     Eventuali manifestazioni sportive o altro dovranno essere autorizzate dall’Amministrazione Comunale;

e)      L’accesso della vigilanza da parte dell’autorità preposta dovrà essere sempre garantito in qualunque momento;

f)      Resta in capo all’aggiudicatario di vigilare costantemente circa il corretto utilizzo del parco nel rispetto delle normative vigenti.

 

  • Convenzioni in essere:

a)      Attualmente è vigente fino a 31 ottobre 2018 una convenzione con la ditta Magnabosco Angelo che gestisce il trenino Lillipuziano con partenza e arrivo nel parco, l’area di automobiline elettriche per bambini (servizio a pagamento dell’utente);

b)     Il comune di Asiago per tale convenzione percepisce € 5.524,83 annui; tale servizio dovrà essere garantito alla scadenza della sopra citata convenzione da parte della ditta aggiudicataria, dall’1.11.2018, in quanto considerato un rilevante servizio turistico. Il comune si riserva la facoltà di approvare l’accordo che l’aggiudicatario avrà con la ditta che fornirà tale servizio. A tale proposito si richiama il successivo punto 4.1.VI (Entrate economiche), in quanto tale entrata sarà direttamente percepibile dall’aggiudicatario.

 

  • Entrate economiche:

Il gestore potrà percepire le entrate relative a:

  1. Centro Tennis;
  2. Pista da sci di fondo;
  3. Manifestazioni a pagamento;
  4. Da altre attività svolte all’interno del parco;

Le tariffe a carico degli utenti per i servizi forniti dal parco, dovranno essere comunicate all’amministrazione comunale, per la loro approvazione in giunta comunale, prima della loro applicazione.

 

  • Obblighi particolari:

a)      il concessionario avrà l’obbligo di concedere l’uso gratuito dell’acqua contenuta nella vasca per l’innevamento per motivi di emergenze antincendio e per il rifornimento idrico del bestiame durante il periodo estivo e di siccità in generale;

b)     il concessionario avrà l’obbligo di intestarsi le utenze dell’acquedotto ed elettriche dell’impianto di innevamento e illuminazione notturna della pista di sci di fondo (ad esclusione della pubblica illuminazione che rimarrà in carico al Comune di Asiago) e del Centro Tennis.

c)      il concessionario avrà l’obbligo di permettere l’accesso gratuito alla pista da sci da fondo ai proprietari e familiari (fino a 2° grado di parentela) dei lotti privati su cui insiste il tracciato della pista da sci da fondo.

d)     il concessionario avrà l’obbligo di concedere l’utilizzo del parco e delle strutture in esso presenti, gratuitamente, al comune di Asiago per la realizzazione di iniziative dello stesso a favore dei ragazzi con età inferiore ai 14 anni (es. progetto “sport scuola”) e iniziative/eventi organizzati dal Comune di Asiago.

e)      il concessionario avrà l’obbligo di concedere l’ingresso gratuito alla pista di sci da fondo alle associazioni sportive giovanili del settore iscritte all’albo comunale.

 

 

  • VARIANTI:

non sono ammesse offerte con varianti.

 

  • PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE:

procedura aperta indetta ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs. 50/2016, in esecuzione della determinazione del Settore Turismo-Sport n. 170, in data 5/10/2017 2017, Reg. Gen. 746.

 

  • CONDIZIONI PARTICOLARI:

Nessuna

 

  • CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE:

La concessione sarà aggiudicata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, ai sensi dell’art. 95, comma 2 del D. Lgs. n. 50/2016. L’aggiudicazione avverrà con riferimento al miglior punteggio ottenuto; verranno escluse le offerte plurime, condizionate, alternative o espresse in aumento rispetto all’importo a base di gara. La Stazione Appaltante ha comunque la facoltà di sottoporre a verifica le offerte ritenute anormalmente basse ai sensi dell’art. 97, comma 3, del D.Lgs. n. 50/2016.

Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia ritenuta congrua e conveniente.

Nel caso in cui le migliori offerte siano uguali si procederà all’individuazione dell’aggiudicatario mediante sorteggio pubblico.

I criteri individuati per la valutazione delle offerte sono i seguenti:

 

1)  Professionalità e adeguatezza dell’offerta – max 25 p.ti.

Il criterio è suddiviso nei seguenti sotto criteri:

a.  per esperienza maturata nel settore specifico di gestione di piste da sci da fondo - max 15 p.ti;

b.  organizzazione e gestione manifestazioni sportive con particolare riguardo a gare di sci di fondo - max 10 p.ti;

 

Per quanto riguarda il criterio di valutazione il criterio motivazionale prevede che si riterranno più adeguate quelle offerte la cui documentazione consenta di stimare, per più aspetti, il livello di specifica professionalità e di qualità del concorrente e sarà considerata migliore quell’offerta che illustrerà in modo più preciso, più convincente e più esaustivo quanto richiesto.

Per il presente criterio è prevista la riparametrazione del punteggio al valore massimo.

 

2)  Progettualità complessiva dell’intera area del Parco Brigata Regina – max 55 p.ti.

Per quanto riguarda il criterio di valutazione i criteri motivazionali prevedono che sarà considerata migliore quell’offerta che illustrerà in modo più preciso, più convincente e più esaustivo le modalità di esecuzione della concessione in riferimento ai seguenti criteri:

a.  modalità di gestione delle aree presenti (Pista di sci di fondo, Tennis, parco giochi, parco) e coordinamento tra le stesse;

b.  aspetti innovativi con esplicitazione del cronoprogramma di eventuali realizzazione di nuovi impianti/strutture;

c.  promozione turistico-sportiva;

d.  accessibilità a tutte le categorie di utenti, soprattutto nei confronti di quelle più svantaggiate;

 

3)  Ribasso percentuale unico sul contributo gestionale valutato dall’Amministrazione – max 20 p.ti.

 

I punteggi dei criteri di valutazioni 1) e 2) dei relativi sotto criteri saranno attribuiti mediante l’attribuzione discrezionale di un coefficiente (da moltiplicare poi per il punteggio massimo attribuibile in relazione al criterio), variabile tra zero e uno, da parte di ciascun commissario di gara e le ragioni di tale attribuzione dovranno essere adeguatamente motivate in relazione ai criteri presenti nel bando;

 

Il punteggio del criterio di valutazione 3), sarà attribuito con la seguente formula:

 

                                

Dove:

 Valore della prestazione dell’offerta i-esima

 Ribasso offerto dall’operatore i-esimo

 Ribasso dell’offerta più conveniente

 

Ai sensi dell’art. 97, comma 3 del D.Lgs. 50/2016 la congruità delle offerte sarà valutata sulle offerte che presenteranno, sia la somma dei punti relativi ai criteri 1), 2) sia i punti relativi al criterio 3) pari o superiori rispettivamente a 72 p.ti e 8 p.ti.

 

  • TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE:

Il termine per la presentazione delle offerte è fissato per le:

 

ore 12:00 del giorno 06 novembre 2017;

 

Indirizzo:  COMUNE DI ASIAGO – Ufficio Protocollo – Piazza II Risorgimento, civ. 6 - 36012 Asiago (VI);

modalità:  secondo quanto previsto nel disciplinare di gara;

lingua:      le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere redatti in lingua italiana o corredati di traduzione giurata;

 

  • RICORSI:

avverso il presente atto è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto - Cannaregio 2277/8 – Venezia, entro 60 giorni dalla sua pubblicazione o, in alternativa, al Capo dello Stato della Repubblica Italiana entro 120 giorni dalla medesima data.

 

  • DOCUMENTAZIONE:

Il disciplinare di gara contenente le norme relative alle modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione della concessione sono allegati al presente bando.

L’istanza di partecipazione, i modelli da allegare e il modulo offerta sono forniti in forma di documenti Microsoft Word protetti da scrittura con moduli compilabili.

Sono inoltre allegate al presente bando le planimetrie delle aree oggetto di concessione.

Bando e relativi allegati sono pubblicati sul sito internet del Comune di Asiago e dell’Unione Montana.

 

  • PERSONE AMMESSE E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE:
  • persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte: i legali rappresentanti dei concorrenti invitati alla presente procedura di gara ovvero soggetti, muniti di specifica delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti;
  • apertura offerte: seduta pubblica che si terrà presso la Sala Consiliare della sede del COMUNE DI ASIAGO – Piazza II Risorgimento,6 - 36012 Asiago (VI) alle ore 10:00 del giorno 07 novembre 2017.

 

  • CAUZIONE PROVVISORIA:

ai sensi dell’art. 93, del D. Lgs. n. 50/2016, l’offerta dei concorrenti deve essere corredata da una cauzione provvisoria, pari al 2% (€ 2.600,00) dell’importo complessivo del contributo totale valutato dall’Amministrazione Comunale costituita con le modalità previste nel disciplinare di gara. L’importo della garanzia, e del suo eventuale rinnovo, è ridotto del 50% (€ 1.300,00) per gli operatori economici in possesso, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, della certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000 rilasciata da organismi accreditati.

 

L’importo della garanzia e del suo eventuale rinnovo è ridotto del 30 per cento per gli operatori economici in possesso di registrazione al sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS), ai sensi del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009, o del 20 per cento per gli operatori in possesso di certificazione ambientale ai sensi della norma UNI ENISO14001 e del 15 per cento per gli operatori economici che sviluppano un inventario di gas ad effetto serra ai sensi della norma UNI EN ISO 14064-1 o un’impronta climatica (carbon footprint) di prodotto ai sensi della norma UNI ISO/TS 14067. Le riduzioni sono cumulabili con la riduzione di cui al precedente periodo e per fruire delle riduzioni precedenti l’operatore economico segnala, in sede di offerta, il possesso dei relativi requisiti e lo documenta nei modi prescritti dalle norme vigenti.

 

  • GARANZIE:

l’aggiudicatario è obbligato all’atto della stipula del contratto in forma pubblica amministrativa:

a)   a costituire una garanzia fideiussoria definitiva nei termini di cui all’art. 103 comma 1 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. che dovrà prevedere espressamente quanto prescritto dal comma 4 del citato art. 103 del D.Lgs 50/2016.

b)   a depositare agli atti copia di una propria copertura assicurativa RCT/O (polizza assicurativa della attività dell’appaltatore) con la prova del pagamento della quietanza del premio per l’annualità in corso al momento della sottoscrizione del contratto e per tutte le annualità successive sino al termine del contratto di appalto.

L’aggiudicatario è inoltre obbligato almeno dieci giorni prima del periodo di inizio della concessione:

c)   a costituire una polizza di assicurazione per responsabilità civile verso terzi ai sensi dell’art. 83, comma 4, lett. c) del D. Lgs. n. 50/2016, con copertura assicurativa durante l’esecuzione del contratto con un massimale/sinistro alla stipula € 5.000.000,00.

 

  • FINANZIAMENTO E PAGAMENTI:

il servizio è finanziato con fondi propri dell’Amministrazione; i pagamenti delle rate del canone di concessione saranno effettuati in due rate semestrali con scadenza 30 giugno e 31 dicembre in riferimento agli importi specificati al precedente punto 4.2 del presente bando. Per l’anno 2022 l’ultimo pagamento sarà effettuato alla data del 19 novembre. L’appaltatore deve assumere per intero, a pena di nullità assoluta del contratto, gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla Legge n. 136/2010 e s.m.i. e Legge 17/12/2010 n. 217 e s.m.i. Nel caso in cui si eseguano trattative senza avvalersi del bonifico bancario o postale ovvero degli strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, contravvenendo a quanto disposto dalle citate norme, il contratto si intenderà risolto di diritto ai sensi dell’art. 1456 del codice civile. Il concessionario è tenuto a dare immediata comunicazione alla Stazione Appaltante ed alla Prefettura della notizia dell’inadempimento della propria controparte (subappaltatore/contraente) agli obblighi di tracciabilità finanziaria.

 

  • SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA:
  1. Sono ammessi a partecipare alla presente procedura di affidamento i seguenti soggetti:
    1. Società ed Associazioni sportive dilettantistiche regolarmente iscritte al registro nazionale CONI e affiliate a una Federazione Sportiva Nazionale, Disciplina Sportiva Associata o ad un Ente di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI;
    2. Federazioni Sportive, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal Coni anche con la collaborazione di società sportive affiliate;
    3. Operatori economici singoli o raggruppati italiani e stabiliti nei Paesi U.E. ex artt. 45 D.Lgs. 50/2016.
    4. I partecipanti non devono trovarsi in una delle cause di esclusione di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016, né avere contenziosi in atto con l’Amministrazione, né trovarsi in altre cause di esclusione dalla contrattazione, dalla partecipazione a gare di appalto o dalla stipula di contratti con la Pubblica Amministrazione.
    5. Tutti i concorrenti ammessi a partecipare dovranno possedere i seguenti requisiti:
      1. iscrizione nel registro della camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura o nel registro delle commissioni provinciali per l'artigianato. Al cittadino di altro Stato membro non residente in Italia, è richiesta la prova dell'iscrizione, secondo le modalità vigenti nello Stato di residenza, in uno dei registri professionali o commerciali di cui all'allegato XVI del D.Lg. 50/2016, mediante dichiarazione giurata o secondo le modalità vigenti nello Stato membro nel quale è stabilito (art. 83, cc. 1 lett a) e 3 del D.Lgs. 50/2016).
      2. esperienza almeno quinquennale di gestione di impianti sportivi negli ultimi dieci anni (art. 83, c. 1 lett c) del D.Lgs. 50/2016).

I soggetti privi di tali requisiti non potranno partecipare alla gara.

 

  • AVVALIMENTO:

Ai sensi del comma 11 dell’art. 89 del D.Lgs 50/2016 e del punto 4.6 dell’Avviso di Gara in data 7 novembre 2016 non è ammesso l’istituto dell’avvalimento

 

  • TERMINE DI VALIDITÀ DELL’OFFERTA:

l’offerente è vincolato alla propria offerta per 180 giorni dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte come definito al punto 9 del presente bando;

 

  • REGISTRAZIONE AL SISTEMA AVCPASS:

Ai sensi dell’art. 216, comma 13 del D.Lgs. 50/2016 la verifica del possesso dei requisiti di carattere generale, avviene attraverso l’utilizzo del sistema AVCPASS reso disponibile dall’Autorità. Pertanto tutti i soggetti interessati a partecipare alla procedura devono registrarsi al sistema accedendo all’apposito link sul Portale ANAC (Servizi ad accesso riservato - AVCPASS) secondo le istruzioni ivi contenute. In caso di problemi tecnici relativi all’accesso e all’uso del sistema AVCPass e al rilascio del documento “PassOE”, i concorrenti dovranno avvalersi degli strumenti di assistenza on line presenti nel sistema stesso sul sito web dell’Autorità all’indirizzo http://www.anticorruzione.it.

 

  • CAUSE DI RISOLUZIONE E RECESSO

Il contratto conseguente all’aggiudicazione si risolverà di diritto nei seguenti casi:

a)      Mancato assolvimento degli obblighi in materia di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della L. n. 136/2010

b)     Violazione degli obblighi derivanti dal DPR n. 62/2013 integrati dalle disposizioni contenute nel Codice di Comportamento dei dipendenti pubblici, approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 36 del 25.02.2014.

c)      Reiterati inadempimenti rispetto agli obblighi del contratto che si verifichino per più di 3 volte;

d)     Inosservanza degli obblighi in materia di sicurezza;

e)      Subappalto non autorizzato anche di uno solo dei servizi dati in concessione

Per la risoluzione del contratto trova applicazione l’art. 108 del D.Lgs. 50/2016, nonché gli artt. 1453 e segg. del Codice Civile. Il contratto si risolverà di diritto, ai sensi dell’art. 1456 del Codice Civile, con la semplice comunicazione da parte dell’Ente committente all’aggiudicatario di volersi avvalere delle suddette clausole risolutive espresse.

Con riferimento all’ipotesi codicistica dell’eccessiva onerosità (art. 1467 del Codice Civile) si precisa che il concessionario non potrà invocarla come causa di risoluzione adducendo l’assenza di precipitazioni nevose come evento straordinario ed imprevedibile, in quanto rientrante nel normale rischio contrattuale come da 2° comma del citato articolo.

 

Il Comune di Asiago potrà recedere dal contratto, in qualunque tempo e fino al termine della prestazione, secondo la procedura prevista dall’art. 109 del D. Lgs.  n. 50/2016. Tale facoltà è esercitata per iscritto mediante comunicazione a mezzo raccomandata o mediante Posta Elettronica certificata.

 

 

  • ALTRE INFORMAZIONI:

a)   Per quanto non in contrasto con il Capitolato Speciale d’Appalto, si richiama il Capitolato Generale d’Appalto dei Lavori Pubblici approvato con Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 19 aprile 2000, n. 145;

b)   Sul sito www.comune.asiago.vi.it saranno pubblicati gli avvisi ed eventuali chiarimenti, precisazioni e variazioni che riguardino la gara entro sei giorni dalla scadenza del termine stabilito per la presentazione delle offerte; le richieste dovranno pervenire esclusivamente via mail all’indirizzo asiagoturismo@comune.asiago.vi.it entro i 20 giorni successivi alla pubblicazione del bando.

c)   Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, i dati forniti verranno trattati per l’adempimento degli obblighi previsti dalle leggi, da regolamenti e dalla normativa comunitaria, ovvero disposizioni impartite da autorità a ciò legittimate dalla legge o da organi di vigilanza e controllo, in modalità cartacea ed informatica. Il conferimento dei dati è obbligatorio e l’eventuale rifiuto di fornire tali dati potrebbe comportare l’impossibilità di instaurare rapporti con l’Amministrazione.

    Il titolare del trattamento dei dati è il Comune di Asiago (Vi), il responsabile del trattamento è il Responsabile del Servizio dott.ssa Donata Posocco.

    In ogni momento potranno essere esercitati i diritti previsti dall’art. 7 del D. Lgs. n. 196/2003;

d)   Responsabile unico del procedimento: avv. Donata Posocco;

e)   L’aggiudicatario dovrà rimborsare alla Centrale Unica di Committenza le spese per la pubblicazione obbligatoria degli avvisi e dei bandi di gara entro 60 gg. dall’aggiudicazione, ai sensi dell’articolo 5 comma 2 del D. M. 02/12/2016;

f)    Le disposizioni di cui al D.Lgs. n. 50/2016 trovano attuazione in tutti i documenti di gara, sostituendosi automaticamente alle clausole difformi.

 

Asiago, 5 ottobre 2017

 

 

                                                                             F.to Il Responsabile del Procedimento

                                                                      Profilato c/o la Centrale Unica di Committenza

                                                                                          avv. Donata Posocco

Allegati Notizia

Data ultimo aggiornamento: 13/10/2017
Piazza Secondo Risorgimento, 6
P.Iva IT 00467810248
E-mail: comune@comune.asiago.vi.it PEC: asiago.vi@cert.ip-veneto.net