Rilascio autorizzazioni per sosta veicoli per disabili

Modalita di richiesta del contrassegno di parcheggio per disabili

ll contrassegno di parcheggio per disabili è uno strumento concepito per agevolare le persone con capacità motorie ridotte, pertanto può essere richiesto solo con certificazione medica comprovante tali difficoltà.

Per richiedere il contrassegno è necessario compilare la domanda di rilascio scaricabile dal sito o richiedendola presso il Comando di Polizia Locale.

Esistono due tipi di richiesta, una per il rilascio di un contrassegno nuovo e una per il rinnovo qualora il precedente contrassegno sia scaduto e sia stato smarrito. Nel primo caso è necessario allegare alla domanda un certificato medico rilasciato dall'Azienda Sanitaria, mentre la richiesta di rinnovo può essere accompagnata da una certificazione rilasciata dal proprio medico curante.

In ogni caso è necessario allegare alla richiesta una fototessera formato 3,5 X 4,0 cm.

Tale domanda può essere presentata all'Ufficio di Polizia Locale o direttamente in Ufficio Protocollo, successivamente i richiedenti saranno avvisati telefonicamente (al numero indicato nella richiesta) quando il contrassegno sarà pronto.

Modalita di utilizzo del contrassegno di parcheggio per disabili

Il contrassegno è strettamente personale (utilizzabile quindi solo in presenza dell'intestatario), non è vincolato ad uno specifico veicolo e ha valore su tutto il territorio europeo. Il contrassegno deve essere esposto in originale in modo ben visibile sul parabrezza anteriore del veicolo, con la parte frontale (quella con il simbolo) rivolta verso l’alto.

Il Comune di Asiago, nel proprio territorio, ha previsto che nel caso in cui i parcheggi adibiti alla sosta per persone invalide siano già occupati, le persone munite di contrassegno possano sostare gratuitamente nei parcheggi a pagamento delimitati da segnaletica orizzontale blu.

ATTENZIONE! Alcuni Comuni prevedono comunque il pagamento della tariffa vigente (sentenza n. 21271/2009).

Il contrassegno CONSENTE ai disabili di:

  • circolare nelle corsie preferenziali riservate ai mezzi pubblici e ai taxi;
  • circolare nelle aree pedonali, sempre che non sia stato disposto espresso divieto;
  • circolare nel caso di sospensione o limitazione della circolazione per motivi di sicurezza pubblica o inquinamento;
  • circolare e sostare nelle zone a traffico limitato (ZTL);
  • sostare negli appositi spazi riservati ai veicoli delle persone disabili, tranne nelle aree di parcheggio "personalizzate";
  • sostare senza limitazioni di tempo nelle aree di parcheggio a tempo determinato;
  • sostare nelle zone di divieto o limitazione di sosta, purché ciò non costituisca intralcio alla circolazione, e comunque mai quando è esposto il pannello integrativo di zona di rimozione.

Il contrassegno NON CONSENTE la deroga ai divieti di sosta previsti dagli articoli 157, 158 e di altre disposizioni del Codice della strada in cui sia prevista la rimozione o il blocco dei veicoli e in casi in cui il veicolo rechi grave intralcio alla circolazione, ad esempio:

  • sosta su strada a senso unico senza spazio sufficiente al transito dei veicoli (almeno3 metri);
  • sosta su passaggio o attraversamento pedonale;
  • sosta in prossimità o corrispondenza dell'intersezione (a meno di5 metri);
  • sosta in corrispondenza di dosso o curva;
  • sosta in prossimità o corrispondenza di segnali stradali verticali o semaforici impedendone la vista;
  • sosta in corrispondenza dei segnali orizzontali di preselezione e lungo le corsie di canalizzazione;
  • sosta allo sbocco dei passi carrabili;
  • sosta sul marciapiede;
  • sosta in seconda fila o davanti ai cassonetti per i rifiuti urbani.

In tutti questi casi, non si ha il blocco o la rimozione del veicolo, ma in caso di grave intralcio o pericolo alla circolazione è consentito lo spostamento in un'area limitrofa sicura.

E’ sempre vietata la sosta negli stalli riservati ad altre categorie di veicoli (es: motocicli).

torna all'inizio del contenuto